.
Annunci online

 
nicu 
L'ArCHiTeTTo-CHeF è TrA VOi
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  le ricette V di nicu
voglio scendere

amico chuck
decrescita felice
ecomancina
emergency
giudiziouniversale
goccedigiustizia
grillo
il manifesto
internazionale
kim ki-duk
la repubblica
lav
le parole sono pietre
my job
non pensare,scatta!
paolini
professione architetto
sbattezzo


bham
clockwork
dominik
ellamoon
ex laboratorioalchemico
farewell
ilbel ''pedalò''
il_ben
insanatutta
irlanda
MrsC.
nonmipossolamentare
ombra
pier ''OHOH''
racconti
simpatiaportamivia
soviet
spezie
split
  cerca

 

 BeNVeNuTi !!!

Mi CaSA eS Tu CaSA


Prego, accomodati!
Se non mi trovi,

vieni pure a cercarmi qui:

http://ricettev.blogspot.com

SaPPiATe ANziTuTTo CHi SoNO:


Sono Nicole: architetto per caso, ai fornelli per vocazione. Sono incoerente ed incostante, in me "il vissuto rimane impresso nella memoria, come lo sono i solchi scavati dall’aratro nella terra"

 



 

Diario | Libri | Una vita da Nicu | [mi-scel-là-ne-a] | Photographie | cibarie |
 
Diario
169013visite.

6 febbraio 2011

NoN Mi SoNo PeRsA...

...mi son solo trasferita :)




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. trasferimenti lavoro cucina

permalink | inviato da nicu il 6/2/2011 alle 11:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

15 luglio 2009

..L'aLTaLeNA..

..si va e si viene.




permalink | inviato da nicu il 15/7/2009 alle 21:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

1 maggio 2009

..PiGLiArE BaRaCCa E BuRaTTiNi..

..e trasferirsi.

qui: le ricette V di nicu


vi aspetto!!!
nicole




permalink | inviato da nicu il 1/5/2009 alle 21:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

28 dicembre 2008

..AlTRo GiRO, AlTRo ReGaLO..

siamo agli sgoccioli. un altro anno sta giungendo al tramonto. chissà se finalmente faremo qualcosa di davvero buono per questo mondo. la fine non è delle migliori.

e intanto penso: "cerchiamo di evitare i civili". già sì, ecco perchè i morti aumentano.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 2008 2009 fine anno

permalink | inviato da nicu il 28/12/2008 alle 20:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

14 novembre 2008

DIAZ_ASSOLTI I VERTICI DELLA POLIZIA

è arrivata la sentenza: assolti i vertici della polizia.



bene italia, bene. continuiamo così. e quando dico che l'argentina è vicina non mi sbaglio poi di troppo.

ALL'INFERNO.
godete pure di un mondo marcio e della vostra sentenza.
io credo fermamente che finirete tutti all'inferno.
ho fede, ferma fede, che è l'inferno ad attendervi.
ed allora avrete ripagati tutti i vostri soprusi.

http://tv.repubblica.it/copertina/diaz-in-coma-14-ore/26305?video

solo una  nota: ecco chi abbiamo come presidente Pdl al Senato: "Si leggono commenti scomposti, qualcuno forse voleva un processo stalinista ai vertici della polizia? Siamo in un pease libero, ci sono state condanne, ma è caduto un complotto e la polizia esce a testa alta da questa vicenda giudiziaria".. per favore cucite la bocca a Maurizio Gasparri col filo di ferro.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. polizia vergogna diaz sentenza diaz stato fascista

permalink | inviato da nicu il 14/11/2008 alle 20:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

8 novembre 2008

..DaTeMi UNa BoMBa Ed UN DiReTTo PeR RoMA..

Ho appena visto, ascoltato e letto il discorso del Presidente Obama. Quel popolo, quello che non mi è mai stato a genio, quello che ho ritenuto sempre un po' bifolco ed indottrinato, ha dato la svolta.. con gran colpo di reni HA DECISO.



"perchè gli americani hanno obama e noi berlusconi?"

perchè noi siamo delle capre

In italia non abbiamo mezzo politico, non uno.. mezzo, in grado di scrivere anche solo due frasi di un discorso come quello del Presidente Obama. Vantiamo però di vasta schiera di personaggi da osteria, ignoranti, caproni, invasati, analfabeti e bifolchi.. tutti insieme appassionatamente in parlamento. complimenti italiani, ancora complimenti.

30 ottobre 2008

..UNa GaTTa ESiSTeNZiALiSTa..



Tiitti a casa Pipini  – Genova, ottobre 2008

[fo-to-gra-fì-a] :

quello che vedo lo scrivo con la luce



"così è una gatta esistenzialista. arriva. mangia. dorme. e non si concede mai troppo."


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. gatti fotografia genova

permalink | inviato da nicu il 30/10/2008 alle 22:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

23 ottobre 2008

..QUi Le CoSE VaNNo MaLE..




sempre di più l'inabissamento di questo paese è chiaro e palese davanti agli occhi di tutti.
sempre di più emerge dal pelo dell'acqua il nero dello sporco, e ricopre le case e le persone.

prima militari per strada. ora nelle facoltà: e l'argentina si avvicina..

e nicole spera nel caos e nella rivolta.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rivolta militari dittature italia belpaese

permalink | inviato da nicu il 23/10/2008 alle 12:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

18 ottobre 2008

.."SiCCoME SoNO uN ARcHiTeTTo"..

Premessa.
Esistono due tipi di facoltà universitarie: quelle facili e architettura.

detto ciò,

siccome sono architetto, le cose si possono fare in una maniera sola: la mia.





http://www.facebook.com/home.php#/group.php?gid=29265966421&ref=mf


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. architetti albo professionale grandi verità.

permalink | inviato da nicu il 18/10/2008 alle 18:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

26 settembre 2008

..RiCoRDaTi Di ME..




Nonna  – Lerici, agosto 2008

[fo-to-gra-fì-a] :
quello che vedo lo scrivo con la luce


Si laudato Mio Signore
Per la Morte Corporale
Chè da lei nesun che vive
Può scappare
E beati saran quelli
nella Tua volontà
che Sorella Morte
non gli farà male


Si parla di demenza senile quando si ha una perdita di memoria, collegata alla scomparsa di capacità cognitive, che porta al peggioramento dei rapporti sociali. Una delle cause che portano alla demenza senile è l'Alzheimer: malattia progressiva che inizia con piccole perdite di memoria sino ad arrivare all’atrofia cerebrale. Le persone colpite da questo tipo di demenza senile possono sopravvivere anche una decina di anni dopo la comparsa della malattia, ma col progredire del morbo perdono la capacità di muoversi automonamente e di comunicare con gli altri.

Mio nonno è morto una decina d’anni fa. Di notte. Ha aperto gli occhi e s’è alzato per pisciare. “Beppina dammi due gocce di novalgina, che ho mal di testa”, deve aver detto. Ha pisciato. È uscito dal bagno. S’è rinfilato tra le coperte di lana ed ha chiuso gli occhi aspettando nonna. Il bicchiere di acqua e novalgina le è scivolato sulle piastrelle di graniglia nera. Di botto. Quando nonno non ha risposto, lei è rimasta in piedi, ferma. Poi la fine. Il primo uomo. L’unico amore. Sessant’anni di buongiorno e buonanotte. E baci. E sorrisi. E fischi dalla strada per aprire il portone. E viaggi. E figli. Una vita intera annegata in un bicchiere di acqua e novalgina.

Abbiamo reagito ognuno a modo suo, alla sofferenza.

Nella mia mente quel giorno è appena dietro l’angolo. Per questo, forse, io la mancanza di nonno non la sento. Per questo, forse, non sono caduta sotto il macigno del dolore. Perché lui è vicino. Non ancora sbiadito nei ricordi. Vivo. E non importa che siano trascorsi giorni, mesi o anni. Se mi concentro bene, in silenzio, sento l’odore della sua pelle farsi forte, prima nelle mie narici e poi giù nei polmoni. Se mi concentro bene, in silenzio, sento il suo fischio, chiaro e lucido, chiamarmi dalla strada. E la sua voce dire “pipi”. Ed i suoi abbracci. Quel giorno per me è accaduto ieri ed ho ancora tutto il tempo per scordare il suo viso. Per ora no, è troppo presto.

Nella mente della Beppina, invece, quel giorno si è perso. Come si è persa lei. D’un tratto, perduto lui, ha perduto tutto. Anche se stessa. Dimenticando. Cancellando, con la delicatezza di un adagio, ogni sfumatura. Ogni ricordo. Ogni nome. Ogni luogo. La demenza è beffarda. Ti cancella i contorni. Ti cancella i ricordi. Ti lascia persa, nel tuo involucro di pelle ed ossa. Ti vedi allo specchio, ma tu non sei più li. E nei tuoi occhi la scintilla della vita si nasconde. Forse è andata perduta anche lei. La demenza non ti lascia scampo. Passa una gomma sulla linea della tua vita, come facevi tu a scuola con i segni di matita sbagliati. E mentre ti guardo, seduta sulla tua sedia, mi ricordo delle tue mani. Quando ancora si muovevano consapevoli. E mi accorgo che tutto sembra davvero andato perduto. Perduti i tuoi consigli. Perdute le tue prediche. Con dolcezza ti sei lascianda andare. Abbandonandoti all'oblio. E sono andate perdute le serate estive, seduti tutti intorno al tavolo in giardino. Ed è andato perduto il suono delle stoviglie in cucina nei giorni di festa. E l’arrosto al latte non esiste più. Né la torta di riso. Né la mesciua. E non c’è più il tempo. E lo spazio non ha più significato. Ed ogni mattino è come ieri. E come domani. E tutto quello che è stato rimane in un cassetto.

Già. È successo che, dopo quella notte, nonna ha smesso di ricordare. Io però la guardo, e di lei mi ricordo. Ed in fondo lo so che la sua testa matta ha solo scelto di non soffrire. Se la fisso dritto negli occhi, distoglie lo sguardo. Credo non voglia farsi scoprire, lei sa chi sono, solo lo vuole scordare. Per amore. Per non morire di dolore. Almeno, così mi piace pensare.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. memoria amore alzheimer demenza

permalink | inviato da nicu il 26/9/2008 alle 15:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

21 settembre 2008

..GuLo¯SU(m)..

mina e pino sono stati con noi per il week end.. fugassa, farinata, fagottini di erbe, pizza, focaccia al formaggio, granita siciliana (fatta da siciliani siciliani), pansotti al sugo di noci, stoccafisso accomodato, mandilli al pesto, fritto di baccalà e verdure, torta di bietole e prescinseua, torta di cipolle e piselli, torta di zucchini, creme brulè, trofie al pesto con patate e fagiolini, verdure, formaggi, pomodori secchi, birre e rossese di dolceacqua.. ora, non avendolo assaggiato, deduco dalle spressioni dei  "barbari" commensali carnivori che il baccalà abbia vinto su tutto. io e fefi, invece, decretiamo vincitori indiscussi i pansotti, ollè. rimane "piccolo" dono su ripiano in cunina, forno a microonde combinato con forno tradizionale, grill, cottura al vapore e spiedo (spiedo?!?!!per gli zucchini allo spiedo, ovviamente).. tale CE1150A a cui devo trovare assolutamente un nome. ugo forse..





..ed ora: forno, a me!forse riesco ad insegnargli a portarci la colazione a letto..




permalink | inviato da nicu il 21/9/2008 alle 16:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

7 settembre 2008

..Si ToRNa..



et voilà, riecchime qua – Doolin_Eire, 20 agosto 2008

[fo-to-gra-fì-a] :
scatto immortalato dal Sig. Pipini



il lunedì è da sempre una spina nel fianco. il martedì non si sa mai dove metterlo. il mercoledì è la dura salita per la vetta. il giovedì si vede la vallata. il venerdì si prega che il tempo acceleri il suo corso, almeno sino alle ore 19:00.
il lunedì appena trascoso è stato più spina nel fianco del solito. il martedì pure. il mercoledì anche. il giovedì ovviamente uguale. il venerdì, che ve lo dico a fare. direi che la prima settima di lavoro non è stata affatto niente male: solito "lutto sanghe e lacrime amare".

a presto diario di bordo del viaggio nella terra dell'acqua. solo una nota: visto il range della temperatura, il costume per il bagno nell'oceano è rimasto ben piegato in valigia.




permalink | inviato da nicu il 7/9/2008 alle 11:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

19 agosto 2008

..Si PaRTe..

E' giunta l'ora. si parte. gambe in spalla e valigia ancora da fare, l'aereo è ormai alle porte. domani si parte alle sei. vestitini, no. camicette, no. costume da bagno, no. kwey, sì. ancora da comprare. calzettoni, sì. sempre da comprare. felpa, sì. da rubare a fede. pantaloni, sì. gonna, forse. ombrelli, sì. maglioncini, sì. magliette, sì. occhiali da sole, sì. sciarpina, quasi quasi. mutande, sì. scarpe da ginnastica, sì. tacchi, no. guanti, non esageriamo. latitudine simile alla polonia e all'isola di terranova. temperatura massima intorno ai 18°C. temparatura minima intorno ai 10°C. cinque ore di sole giornaliero. 70mm di pioggia nel mese di agosto, al secondo posto tra i periodi più piovosi con vincitore dicembre. e mentre fefi medita io mi chiedo com'è che le persone normali vanno al mare e noi no.

irlanda arriviamo.




permalink | inviato da nicu il 19/8/2008 alle 9:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

9 agosto 2008

..OgNi LUsTRo Si CaMBiA GuSTo..

anzitutto piccolo preambolo, che forse nulla ha a che fare con ciò che è qui di seguito. pensandoci bene la mia riflessione di oggi non dovrebbe stupirmi poi più di tanto. a chi viene mai in mente di pensarci.  a pochi. abituati come siamo ad ammazzarci tra di noi. esempio. roma 41° 54' 0", 12° 28' 59". tbilisi 41° 43' 30", 44° 47' 26". solo 2668,5km di distanza in linea d'aria. loro crepano. noi no. sono dietro l'angolo ma noi abbiamo da andare al mare. converrete con me che il problemea dell'abolizione delle creme solari a schermatura totale è assillante, un vero cruccio. altro che. ed è solo un esempio. si voglia aprire, e subito chiudere , la parentesi cina. io dunque dissocio il mio cervello da quello globale. e comincio dal mio piccolo.

l'acquolina, e dirla tutta, ogni tanto mi viene ancora. io, che ho saltato evidentemente qualche tappa dell'evoluzione. io, contrastatrice assoluta del sale, che nasconde il sapore di selvatico. io, paladina del rosso. e del crudo. io. io non sono più la stessa. eppure ne sono certa, un tempo ero un predatore. armata di zanne ed artigli. cacciatore. uomo forse. felino astuto e veloce sempre all'erta. io non me lo ricordo di essere stata una mucca erbivora. ne una lepre. ne tantomeno un simpatico uccellino tutto semi e frutta. io no. cavernicolo senza fuoco. io, e non orridite, che in un negozio di animali vedo tutto commestibile. insetti a parte. forse. io, che dopo un paio di giorni di astinenza da carne, avvertivo un leggero dolorino ai muscoli delle braccia. ebbene, proprio a me,
dopo circa quattro mesi di assenza di animali dalla mia dieta, è successo l'incredibile. l'inimmaginabile. quello che mai avrei creduto potesse accadere. la tragedia. in casa niente carne, è vero, per scelta d'amore. fuori però è territorio neutro, terra di nessuno. qui è lecito. ma. ma dopo aver portato alla bocca un morbido pezzetto di meraviglioso filetto di chianina, quella fantastica sensazione di puro godimento, quell'improvviso senso di controllo sulla vita e sulla morte, quel leggero gusto dolciastro e selvatico al tempo stesso.. beh, sono svaniti. è rimasto soltanto un fastidiosissimo retrogusto di putrefazione. le mie papille gustative hanno rigettato l'ambrosia di cui non sono mai riuscita a fare a meno. e non era colpa di quella meravigliosa fetta di carne. no. ero io. il fastidio è salito forte nel naso, poi giù nella gola. in bocca un sentore di andato a male. tragedia. e così è cominciato il mio baratro. per intenderci..

prima



dopo



..io non lo so più se mangiare animali sia davvero poi così necessario.




permalink | inviato da nicu il 9/8/2008 alle 11:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

4 agosto 2008

..UNa GiTA iN PaRaDiSo..

più che riceverli a me, i regali, piace farli. è un istinto incontrollabile. mi piace cucinare per chi amo. fare piccoli biglietti affettuosi. fare i biscotti a natale e metterli in sacchetti di organza. mi piace regalare il mio affetto nelle piccole cose. così io mi dimostro. ecco perciò che, qualche settimana fa, mi sono messa all'opera. trovare un pezzetto di paradiso in cui entrare e restare, anche per poco, abbracciati a riposare è stato il mio impegno giornaliero. che dire, trovato. agriturismo vegetariano, biologico ed animalista. perfetto per fede. perfetto per me.

una gita in paradiso. su in alto. per strade sterrate ed erte
. il profumo dell'erba verde scaldata dal sole. morbida torta a colazione. caffè caldo. e trenta gatti da accarezzare. e caprette alle finestre. letto della nonna. lenzuola felpate e copertina di lana, ad agosto. addormentarsi di botto. in silenzio. al buio. e scoprire le stelle sopra il tuo naso. dondolarsi. leggere un libro. ed i grilli alla porta. il cielo può sembrare più vicino. e poi odore di frittura (correzione: torta fritta!!) e cioccolato a mezzanotte. vino rosso. grappa. silenzio. buone persone.



nota eccellente: carbonara vegetariana. uova di galline libere, non destinate al brodo. panna(correzione niente panna!). una manciata di formaggio. pepe. melone. e chi non non ci crede, che provi. io sono rimasta di stucco.

lo consiglio a chi cerca un posto così.. un po' in paradiso.
il paradiso dei gatti,borgotaro.




permalink | inviato da nicu il 4/8/2008 alle 21:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

28 luglio 2008

..NiCU Vs CeFaLEA..

"Mal di testa è un'espressione generica con la quale si definiscono patologie molto diverse fra loro. Sono state individuate tredici forme di cefalea (termine scientifico con cui si indica il mal di testa) suddivise, a loro volta, in primarie e secondarie, con oltre novanta diverse "sottocategorie". Caratteristiche fondamentali per la classificazione dei vari tipi di cefalea sono: qualità, intensità, ciclicità del dolore e sua modalità di insorgenza. La cefalea primaria rappresenta una malattia vera e propria, indotta da cause non sempre immediatamente identificabili, nell'ambito delle quali si possono individuare alcuni fattori scatenanti di natura ormonale o ambientale. L'emicrania, la cefalea tensiva e la cefalea a grappolo sono le tre principali forme di cefalea primaria. Le cefalee secondarie sono invece dei sintomi indicativi di altri disturbi (allergie, difficoltà digestive, sinusite, ipertensione o artrosi) o scatenati da un motivo preciso, come l'assunzione o la mancata assunzione di particolari sostanze quali caffeina, alcool o alcuni tipi di farmaci. Il mal di testa è una patologia molto diffusa: in Italia ne soffrono 26 milioni di persone (Eurisko, Nov.1999), di cui la maggior parte donne. È anche una malattia sociale che fa perdere oltre duecento milioni di ore di lavoro all'anno e che incide sulla qualità della vita di chi ne è colpito."

..la nicu questo mese ha perso circa 45 ore di lavoro.
5 giorni su 31.
una bella media direi.


Negli ultimi tempi gli attacchi sono tanto forti da farmi venire voglia di svenire pur di non sentire il dolore. L'imigran è diventato compagno fidato delle mie giornate.  Il tora-dol, eccezionale stenditore di cavalli, mi concede dormite comatoso vegetative straordinarie.
Bene, passo al contrattacco e le provo tutte: dall'agopuntura al centro cefalee,  passando per la chiropratica ed il medico hammeriano..  e vediamo chi l’avrà vinta!!!
..e per fortuna c'è il mio Pipino con me che mi regala tanta forza e tante coccole :-)




permalink | inviato da nicu il 28/7/2008 alle 18:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

3 luglio 2008

..CoM'eRO PiCCoLA e NoN Lo RiCoRDo PIù..

io non so cosa voglio fare da grande. alla soglia dei trenta non l'ho ancora capito. sono stata quella che gli altri volevano io fossi. ho fatto quello che gli altri volevano io facessi. ho studiato. sono stata la più intelligente della classe. la più sveglia. la più vivace. ho fatto bene i compiti e riposto le matite colorate nell'astuccio sistemandole per gradazione di colore. ho studiato danza. en pointe e dita sanguinolenti. ma io sempre in punta. ho suonato il pianoforte. saltato in lungo ed in alto. corso nella nebbia padana quasi tutte le sere per aumentare il fiato. ho finto. detto bugie. sono stata come volevano io apparissi. comprensiva. tutti i guai ben chiusi in un cassetto. e che nessuno osi aprirlo. i problemi non esistono. sono stata capace di dimenticare come volevano io dimenticassi. sono stata in grado di non pensare come volevano io non pensassi. sapevano che sarei riuscita a fare tutto. si aspettavano io riuscissi a fare tutto. e allora giù a complicarmi il sentiero che così c'è più gusto. loro si aspettavano 10, io riuscivo ad arrivare almeno a 15, e senza impegnarmi poi troppo. e ve l'ho sempre rinfacciato che ottengo il massimo col minimo sforzo. ma a me non è mai venuto in tasca nulla. così scappavo. senza che nessuno se ne accorgesse. mi rifugiavo nel mio comprendere poco il mondo. e poi ricominciavo. ricominciavo ad essere quello che gli altri si aspettavano, mio malgrado con grandi scivoloni. ho quasi trentanni ed ora nessuno più mi sta col fiato sul collo affinchè io sia quello che devo essere. ho quasi trentanni e comincio a chiedermi cosa sono stata e perchè. perchè ho sprecato le energie per essere più cattiva. perchè non ho messo tutta la mia forza per tirare acqua al mio mulino. ho quasi trentanni e mi accorgo che non sono quello che appaio. che fatico ad essere me. alla soglia dei trenta comincio a fare i conti con quello che voglio essere.
voglio essere capace di non sprecare il tempo rimasto, lo scrivo come primo della lista.




permalink | inviato da nicu il 3/7/2008 alle 17:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

27 giugno 2008

SIETE SOLO DELLE BESTIE_hanno ammazzato aramis



stanotte delle bestie hanno avvelenato il mio piccolo aramis.
meritereste di morire come è morto lui: in agonia.




permalink | inviato da nicu il 27/6/2008 alle 23:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

7 giugno 2008

..GiTaReLLa..



mai sbagliare strada per raggiungere un rifugio – Tenno (TN), 2 giugno 2008

[fo-to-gra-fì-a] :
scatto gentilmente concesso da altra "arrampicatrice"





panini. gulash. puntine di maiale. polenta. birra. cappuccino e caffè. ollè.




permalink | inviato da nicu il 7/6/2008 alle 22:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

11 maggio 2008

..iL BeLPaESe, SEmPLiFiCaTO..

moriremo berlusconiani.
i nostri figli moriranno berlusconiani.
i
figli dei nostri figli.

e non avremo più ospedali pubblici.
e
saremo curati solo se facoltosi e ben inseriti nella società.
ed avremo ministri da osteria.
ed anche il maiale nella porcilaia di fianco a casa mia potrà essere ministro.
e avremo ministri semplificatori, perché semplificati nel cervello.

evviva, ma come siamo bravi e come siamo furbi.
è
deciso. altra nazione, io ti raggiungo.




permalink | inviato da nicu il 11/5/2008 alle 11:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

7 maggio 2008

..iL PiU' BeL CoMpLEaNNo..








Il più bel compleanno – Entracque, maggio 2008

[fo-to-gra-fì-a] :
quello che vedo lo scrivo con la luce


mi sono accorta che al mio fianco ho cose meravigliose. felicità. sorrisi. amore. comprensione. me ne sono accorta in un attimo. non l’avrei mai creduto. invece è venuto da se. col tempo. con pazienza e con stupore.




permalink | inviato da nicu il 7/5/2008 alle 18:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

26 aprile 2008

..MaLeDeTTo PIL iNFaME..




produrre.
produrre.
produrre.

25 aprile: io lavoro.
sabato: io lavoro.

qui qualcosa non quadra.




permalink | inviato da nicu il 26/4/2008 alle 10:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia
luglio